Iperammortamento

Legge di Bilancio 2019.

Le novità sull’Iperammortamento

  • Data di pubblicazione: 10 gennaio 2019

Il 1° Gennaio è entrata in vigore la Legge di Bilancio 2019 (Legge 145/2018) che ha introdotto importanti novità in materia di incentivi alle aziende. Relativamente alla misura dell’iper ammortamento, prevista per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica/digitale delle imprese secondo il modello Industria 4.0, la disciplina è stata prorogata e modificata (Articolo 1, commi 60-65).

TEMPI. Gli investimenti agevolabili devono essere effettuati entro il 31 Dicembre 2019, ovvero entro il 31 Dicembre 2020 – a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti pari ad almeno il 20% della spesa totale.

MAGGIORAZIONE. La maggiorazione del costo di acquisizione degli investimenti si applica come segue:

  • 170% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro,
  • 100% per investimenti da 2,5 milioni a 10 milioni di euro,
  • 50% per gli investimenti oltre 10 milioni, fino a 20 milioni di euro.

Per gli investimenti eccedenti il limite di 20 milioni di euro non si applica alcuna maggiorazione.

BENI IMMATERIALI (software). Per i soggetti che beneficiano dell’iper ammortamento ed effettuano investimenti in beni immateriali strumentali (compresi nell’elenco di cui all’allegato B della legge 232/2016) si applica una maggiorazione del 40%.

DOCUMENTAZIONE. Ai fini della fruizione dei benefici, l’impresa è tenuta a produrre la seguente documentazione (di cui all’art. 1, comma 11, legge 232/2016):

  • una dichiarazione del legale rappresentante,
  • per i beni di costo superiore a 500.000 euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali ovvero un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, attestanti che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo nell’elenco di cui all’allegato A e/o all’allegato B, ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Dove può essere applicato nel mondo dei muletti

L’iperammortamento del 170%  industria 4.0 cos’è e dove può essere applicato nel mondo dei muletti.muletto transpallet elettrico nuovo della linde modello t16 con portata residua di 1600 chilogrammi

L’ iper Ammortamento del 17% è un meccanismo introdotto nella legge di stabilita ed in vigore per tutto il 2018 e permette di acquistare un bene  ” nuovo, intelligente ed interconnesso” secondo il modello ” Industria 4.0 “
e di scaricare ai fini fiscali con il 170% in più del valore di acquisto per tutto il periodo di ammortamento: in altre parole è possibile portare in ammortamento non il 100%, ma il 170%

Si tratta a tutti gli effetti di una sorta di ” bonus fiscale ” il cui obbiettivo è quello di sostenere i consumi per tutto il 2019 e di favorire i processi di trasformazione tecnologica ed industriale secondo il modello ” Industria 4.0 “

doppio stoccatore con pedana reclinabile elettrico modello d12ap della linde serie 133Obiettivo?

Dare un forte impulso agli investimenti delle imprese in impianti e macchinari e favorire i processi di trasformazione tecnologica ed industriale secondo il modello ” Industria 4.0 “

Periodo?

Gli iper Ammortamenti sono validi su acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2019 a condizione che entro questa data il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento in acconto in misura almeno del 20% retrattile elettrico linde modello r20hd per grandi altezze e batteria maggioratadel costo di acquisizione. La consegna dei beni potrà avvenire entro il 31 dicembre 2020 Il risparmio di imposta viene invece “spalmato “ nel periodo di ammortamento del bene.

Chi beneficia di questo meccanismo?

Imprese e professionisti.

carrello elevatore nuovo ad alimentazione a gasolio della Linde modello h80d serie 396-02Quali beni strumentali rientrano nell’Iper Ammortamento del 170%

I beni che possono godere dell’agevolazione sono elencati nell’allegato A della Legge di Bilancio e tra questi rientrano gli AGV ed i carrelli elevatori. Per la fruisione delle maggiorazioni risulta fondamentale l’interconnessione del bene strumentale al sistema aziendale della produzione o alla rete di fornitura. I beni agevolabili devono essere esclusivamente nuovi e consegnati nel periodo suindicato.

Come possono essere finanziati i beni oggetto dell’ agevolazione?

I beni strumentali possono essere acquistati dall?impresa che li deve iscrivere nelle immobilizzazioni e, quindi, finanziati tramite scoperto di conto o finaziamenti. Sono, inoltre, agevolati se finanziati tramite contratto di locazione finanziari.

Esiste un tetto massimo che lo stato ha stanziato per gli Iper Ammortamenti?

Non esiste un tetto

Cosa succede in caso di cessione del bene prima della fine del periodo di ammortamento?

Nel caso di cessione del bene prima della fine del periodo di ammortamento, il beneficio cessa esclusivamente per il futuro. Ad esempio, se il bene è venduto a giugno 2019, il beneficio fiscale è applicato fino alle fine dell’anno precedente.

Come funziona esattamente questo meccanismo?

Esempio di calcolo dell’agevolazione Valore del bene acquistato: £ 36.000,00

Ammortamento in 5 anni ad aliquota del 20%

Alla fine del 5° anno, il cespite risulterà interamente ammortizzato (36.000 £). L’ammortamento complessivo, invece, sarà pari a 170.00 che equivale al 170% del costo storico del bene.

Ires al 24% ti restituisce 6086,00 euro

La Linde con la gamma  Robotic “Driven by Balyo” dispone di carrelli che si muovono senza bisogno di infrastrutture, poiché si affidano alle caratteristiche strutturali del magazzino, integrandosi al meglio all’interno di flotte e ambienti già esistenti, tenendo conto dell’espansione graduale.

Per gestirsi in sicurezza e autonomia sono stati aggiunti: laser di navigazione; scanner di sicurezza anteriori e posteriori; una videocamera 3D o un laser a scansione; un computer dotato di schermo LCD da sette pollici; indicatori luminosi ed acustici e pulsante di emergenza su ogni lato. Tali caratteristiche innovative garantiscono il rilevamento in tempo reale di ostacoli con conseguente regolazione dinamica del comportamento del robot.

Il programma che sovrintende tutto il funzionamento  riceve, elabora e trasmette i dati in tempo reale, controllando così l’interazione con le altre macchine e gli altri dispositivi. L’unità computer intelligente assicura anche la trasmissione dei dati e delle condizioni del veicolo per la manutenzione.

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto importanti novità anche per altre misure già in essere, tra queste la Nuova Sabatini, il bonus Credito d’imposta in Ricerca & Sviluppo, il bonus Formazione 4.0 e ha introdotto sanzioni più severe per le violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Prossimamente nuovi approfondimenti su questi temi!

Per il testo completo della Legge di Bilancio 2019 sulla Gazzetta Ufficiale si veda il link alla Gazzetta Ufficiale

L’industria 4.0 è il futuro dell’impresa manifatturiera e l’iper ammortamento al 170% e’ un valido aiuto per  entrare nella nuova rivoluzione industriale.

Banner scelta carrello elevatore