LAVORARE A GRANDI ALTEZZE NEL MAGAZZINO:

 

5 modi per mantenere le massime prestazioni lavorando sulle altezze 

 

img1

L’altezza media di una scaffalatura per pallet standard si aggira attorno ai 4 metri. Nei magazzini con scaffali di questo tipo troviamo soprattutto carrelli elevatori standard che immagazzinano o prelevano pallet. La media del ricambio è bassa e la larghezza del corridoio è comodamente ampia.

I problemi iniziano quando invece si immagazzinano i pallet a 7, 8 o addirittura 10 metri di altezza. Nei magazzini di questo tipo, la prestazione è un indicatore chiave e chi li gestisce desidera utilizzare la massima capacità di stoccaggio, mantenendo un alto livello di movimentazione.

Analizzeremo adesso vari tipi di soluzioni di immagazzinaggio adatte a specifiche funzioni del magazzino e diverse dallo stoccaggio di base. Sistemi automatizzati per il prelievo dei colli, analisi ABC e zone di commissionamento. Anche nelle aree di pallet per grandi volumi troviamo corridoi più stretti, scaffalature più alte e l’impiego di carrelli retrattili.

In questo caso, a differenza che con i carrelli commissionatori, il conduttore di carrelli retrattili resta a livello terra mentre sposta pallet a livelli più alti del normale soffitto di un appartamento. La scarsa visibilità può quindi causare cadute impreviste dei pallet e danneggiamenti delle merci e del carrello. O magari anche di peggio…

Cosa si può dunque fare per garantire che questo tipo di lavoro venga eseguito in tutta sicurezza? Fare attenzione ai seguenti 5 punti può contribuire a migliorare molto la situazione.

  1. Innanzitutto, impiegate soltanto carrelli retrattili progettati in modo da permettere la massima visibilità sui carichi elevati. I tettucci di protezione dovrebbero essere studiati in modo tale da proteggere dall’eventuale caduta delle merci, e offrire allo stesso tempo una straordinaria buona visuale attraverso le traversine. Fate anche particolare attenzione al design del montante e della piastra porta-forche. I carrelli elevatori non sono tutti uguali!
  2. Scegliete caratteristiche intelligenti che contribuiscano a spostare i pallet in sicurezza. Fate equipaggiare il vostro carrello retrattile con una combinazione telecamera/monitor o con un pre-selettore delle altezze di sollevamento. Questo tipo di dispositivo aiuta ad arrestare il montante sull’esatta altezza che vi occorre, riducendo di conseguenza eventuali rischi.
  3. Accertatevi sempre che i conduttori dei carrelli retrattili abbiano ricevuto una formazione adeguata.
  4. Alcuni carrelli retrattili offrono anche delle funzioni che rendono più progressivi i movimenti del montante. Come ad esempio, il Sistema di guida a risposta veloce (Responsive Drive System – RDS) adottato sui carrelli retrattili. Questa funzionalità rende più dolci tutti gli avvii e gli arresti dei movimenti di sbraccio. Oppure cercate dei carrelli che smorzino il tipico movimento oscillatorio del montante quando è sfilato ad altezze molto elevate. È incredibile quanto tempo possa fare risparmiare una caratteristica del genere.
  5. Infine, adottate qualche misura anche per le scaffalature. Usate ad esempio degli arresti per i pallet in fondo allo scaffale. E pensate che anche fare semplicemente attenzione allo specifico colore del montante della scaffalatura può fare la differenza fra un movimento basato su una supposizione ed un movimento sicuro.

Per maggiori informazioni o un appuntamento CLICCA QUI

Distinti saluti.

Banner scelta carrello elevatore