LE FORCHE DEI CARRELLI ELEVATORI

 

Una cosa molto importante dei carrelli elevatori sono le forche, oltre a conoscere tutte le caratteristiche tecniche (portata, lettura del fem in base alla piastra porta forche ecc ecc.), è riconoscere eventuali difetti e misurare l’usura.
Nel tempo le forche sono soggette a grandi sforzi o logoramenti che ne compromettono la sicurezza, per prevenire possibili incidenti serve un metro e 5 minuti di tempo.
Dove misurare il consumo delle forche orzi carrelli elevatori

Per misurare il consumarsi delle forche, bisogna misurare lo spessore della spalla delle forche,
(nell’esempio misura 45 mm) e poi misurare lo spessore in 3 punti diversi delle forche (figura 1)
Se le tre misurazioni sono superiori al 10% (cioè 4,5 mm) in meno della misura della spalla, (inferiore a 45 mm) la forca è da considerarsi non conforme e da cambiare.

 Se le forche durante il lavoro si sono piegate, vuoi per urti o per aver sollevato carichi eccessivi, possono aver perso parte delle loro caratteristiche di resistenza, per riconoscere questo difetto, basta misurare la lunghezza dalla punta della forca fino alla spalla della stessa, se la differenza delle due forche e’ superiore al 3% le forche risultano piegate e da cambiare.
piastra porta forche di un carrello elevatore

Esempio la forca nr. 1 misura 1200 mm la nr. 2 misura 1250 mm la differenza fra le due forche è di 50 mm superiore al 3% per cui anche in questo caso vanno cambiate.
Per ultimo ma non meno importante, va controllato visivamente se nella forca e soprattutto dove assume la caratteristica ad L ci sono crepe che possono evidenziare carichi eccessivi in questo caso vanno sostituite.

Per maggiori informazioni CLICCA QUA